E’ arrivata la primavera e ci vestiamo tutti un po’ alla cacchio di cane

Il momento dell’anno che preferisco in assoluto.

Non solo perché ha bussato Primavera e il sole sorride alle nostre facce da beoti, ma perché tutti sono FUORI come io mi sento DENTRO!!

Un casino, un bordello. Non si capisce nulla.

Ci sono i PIGRI, reticenti all’operazione “cambio di stagione e spreco preziosi momenti d’ozio a estrarre roba a cui non sono ancora pronto” (tra quelli ci sono io, per la cronaca). Li vedi girare per le strade di scuro vestiti, alcuni anche in lana, e affaticati. Decisamente affaticati. La gocciolina che inevitabilmente scorre sulla fronte scoperta lascia intendere un’ascella pezzata fortunatamente coperta.

Poi ci sono gli IMPAZIENTI, che al primo raggio ti tirano fuori la t-shirt hawaiana o il sandalo aperto da portare rigorosamente con smalto tono acceso. Della serie, io sono nato pronto. Vanno collocati nella stessa fascia dei turisti nordici, per i quali però questa considerazione vale all year long, non solo adesso.

Poi ci sono i VORREI-MA-NON-POSSO. Un mix esplosivo, da far girar la testa (a volte sono anche in questa categoria). Sono talmente improbabili che li vedi quasi procedere fischiettando, tanto si sentono fuori luogo. La calza pesante nera, il giacchetto leggero magari di color beige o ghiaccio, il cappello di lanetta e la borsa estiva.

E infine ci sono i “NON ME LO CHIEDETE PROPRIO COME SONO USCITO STAMATTINA, sembro un profugo appena sbarcato ma la verità è che non sapevo come minchia vestirmi. Ho caldo ma non mi va di fare l’operazione di cui sopra; per cui ho rimediato una simil tuta – un grande evergreen riciclabile per tutto l’anno – con un giubbino elegante e una sciarpa che non c’entra niente. Va beeeeene??”.

Non è adorabile tutto ciò?

Cammini, osservi e ti scappa una risata; sicuro come è sicuro che stasera mangerò mezzo uovo di Pasqua avanzato (è pure bianco alle nocciole, capirai, impossibile resistere).

Non esiste omologazione in questo affaccio di stagione. Ognuno è folle a modo suo, e lo palesa.

Annunci

3 pensieri su “E’ arrivata la primavera e ci vestiamo tutti un po’ alla cacchio di cane

  1. Pingback: L’ESTATE ADDOSSO (cit.) | CazzeggioDaTiffany

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...