Bimbo urbano regala sorrisi

img_0809

Il mio bambino è un tipo educato.

Saluta le piante nell’androne del palazzo, tutti gli animali che incrociamo per strada [comprese le formiche eh], i fiori al parco, gli altri bimbi in passeggino e i vecchietti che chiedono l’elemosina. Un TAAAOOO non si nega a nessuno.

Il suo interesse non si ferma agli esseri animati: flora, fauna, specie umana, no. Ha una passione per la qualunque, riesce a stupirsi di tutto.

D’altronde sta scoprendo il mondo, giusto? Ed è tanto vero che forse forse Quando i bambini fanno Oooooh di Povia non era poi tanto male [succede. Il solito harakiri in bagno genuflessa, ma succede. L’importante è che poi passi].

Quello che però ti sconvolge proprio è l’entusiasmo senza freni per i mezzi di trasporto metropolitani [ahuahuah, scusate, è stato più forte di me]. Cioè.. quei cacchio di esseri inanimati, enormi, scassati e puzzolenti, tanto vituperati e da tutti temuti/odiati possono essere l’oggetto dei desideri di qualcuno??

Vi do una notizia: ebbene sì.

Che poi se ci pensiamo bene non è neanche così strano. Sono dei super COSI. Occupano un sacco di spazio, fanno anche tanto rumore, sono pieni zeppi, persone di ogni stazza e colore stipate tutte insieme e capita sempre qualche avventura da ricordare se ci sali sopra. Per un cucciolo di uomo è come fare un giro gratis alle giostre.

Il suo preferito in assoluto è il TRAM. Se malauguratamente ti trovi a passare per via Regina Margherita [lì sicuro ne becchi almeno uno], è finita. Ti devi fermare. E rimanere lì finché non passano tutti, uno dopo l’altro.

E lui si agita, si gira con gli occhi strabuzzati come per dirmi “Guarda mamma, ma hai visto che meraviglia è questa? Ti rendi conto di che cosa esiste nel mondo?”, lo indica, si dimena per strapparsi di dosso quei passanti che lo imprigionano nel passeggino e poi si rassegna con un TAAAAOOOO urlato con quanto fiato ha in gola e accompagnato da quella manina nell’aria a mo’ Regina Elisabetta.

Ed è in quel momento che – statene pur certi – riesce a strappare un sorriso a 38 denti ad almeno un abitante del mezzo pubblico, che probabilmente è in giro da almeno mezz’ora su quel trabiccolo ed è già stanco ancora prima di iniziare. Ha regalato un raggio di sole.

Ed è sempre lì che pensi: ce ne vorrebbero di Bimbi Urbani!

(immagine tratta da http://www.dreamstime.com)
Annunci

2 pensieri su “Bimbo urbano regala sorrisi

  1. Sono passati tanti anni, ma lo voglio dire lo stesso, certi teneri ricordi non si cancellano… Mio figlio “adorava” il cavatappi, (quello con le alette che si alzano) e lo salutava con un verso particolare, (uhu, uhuuuu ) ripetuto ritmicamente, tipo verso di uccello notturno e faceva una faccina stupita con la bocca atteggiata a meraviglia. Ha “adorato” allo stesso modo la corona ferrea, durante una nostra visita al tesoro del duomo di Monza, forse per lo splendore di tutte quelle pietre colorate. I bambini sono meravigliosi!!! Hanno una sensibilità e una capacità di “vedere” a dir poco commoventi.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...