Wish list semi-seria per il 2017 [con retropensiero]

Vorrei imparare a fare la spesa e le melanzane sott’olio come mia suocera [Sono una contraddizione ambulante:un radicato disinteresse per la cucina, inversamente proporzionale all’amore per il cibo]

Gradirei un Governo degno di tale nome, che pensasse al bene della comunità e reggesse fino a fine mandato [cosi ho proprio esagerato].

Vorrei whatsappare di meno e avere la casa piena di persone [e fare feste a più non posso. Ma feste diurne, non m’a regge più]

Spero che i pesci sopravvivano il più possibile [ora che li abbiamo chiamati i Boris mi ci sono affezionata]

img_0834

Fonte: web

Voglio viaggiare più spesso noi 3, senza tormentarmi di come imbarcare passeggini o cosa fare se si ammala [Sono in seria  astinenza da Asia, devo fare qualcosa]

Sarebbe bello se la giornata fosse di 30 ore, o che non avessi bisogno di 8 ore di sonno [Le cose più belle sono sempre quelle che uno rinvia, perché?]

Vorrei imparare a farmi la piega ai capelli e a mettermi lo smalto [senza sembrare il disegno di un bimbo, si intende]

Vorrei leggere di piú [con tutte le attività connesse tipo andare alle presentazioni dei libri, far partire il mio progetto di circolo letterario etc]. Ah, e andare a teatro. Tanto.

Vorrei il verme solitario. Sarebbe bello anche che la cellulite scomparisse.

Vorrei che le mille persone che adoro e vivono all’estero fossero più vicine. Non chiedo di farle tornare (stanno così bene dove sono), vorrei solo che fossero più facilmente visitabili [Ecco, ho sbagliato: vorrei che qualche scienziato inventasse il teletrasporto. Visto che prima o poi dovrà succedere, non si possono accelerare un pochino i tempi? Mi sarebbe estremamente utile, grazie].

Vorrei delle gambe chilometriche [anche questa non vale].

Vorrei che passione ed  entusiasmo fossero la guida del mio lavoro [dunque dovrei cambiare lavoro].

Vorrei che questo progetto che ho da un po’ nella mente prendesse vita [prima dovrebbe prendere forma, visto che non è ancora concreto]

Soprattutto vorrei – e lo dico senza retorica, è un desiderio serio e mi scuserete se questa non è la sede appropriata – non assistere inerte al più grande massacro di bambini della storia [Sapete che il 2016 è stato l’anno con il record di innalzamento di muri tra Nazioni? Quando verrà studiato nei libri di storia, dove diavolo ci nasconderemo?]

[Suona atroce dopo quello che ho appena scritto sopra, ma] Voglio ridere. Nel 2017 voglio sorridere e ridere ancora di più, a crepapelle [alitosi permettendo, claro].

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...