E mutuo sí, e mutuo no, e mutuo gnam! Se famo du spaghi

In tema MUTUO sul pianeta Tiffany la schizofrenia é di CASA […scusate, non ho resistito].

Un giorno lì a scorrere freneticamente immobiliare.it chiamando e prendendo impegni che neanche Gordon Gekko in Wall Street, il giorno dopo mut(u)o [ahahha] nella paladina della fatalità: oggi sono a Roma, domani potrei essere a Hollywood [finalmente mi hanno scoperto] o a raccogliere banane in Australia [farei forse qualcosa di più utile].

Un tetto, due figli, un cane e il posto fisso. Il mito della famiglia borghese italiana vale ancora per me?

Qui oscilliamo tra il

Mi piacerebbe avere un nido tutto mio, da arredare come le riviste e avere tutte le minchiatine a colore e di design [poi comunque finisci con Ikea dopo quello che hai speso]. Mi indebito a vita, ma non butto i soldi dalla finestra; ogni mese che passa è una mattonella, un’anta di finestra che diviene mia-tuttamia-solomia.

e il

Meglio fare i signori in affitto che i proprietari [manco terrieri] poveri. Viviamo in un appartamento e in quartiere che non ci potremmo altrimenti permettere, ci piace andare a cena fuori, in vacanza e farci i massaggi. La signora delle pulizie una spesa non negoziabile. Life is now, toda joya toda belleza. E poi chi l’ha detto che mio figlio preferisce il mattone a un master a Londra?

I nostri genitori l’hanno potuto fare senza pensarci troppo su. Oggi no, almeno nelle grandi città i prezzi delle abitazioni sono svincolati dai salari e quindi o chiedi uno sforzo anche a chi ti sta intorno o emigri in culandia. Non ho amici che abbiamo comprato senza l’aiuto(ne) da casa.

Noi Millenials siamo la terra di mezzo. È ancora ragionevole comprare una casa, ma non è un’opzione scontata. È una scelta, al pari di non volersi imbrigliare [oltre che di poterselo permettere. Probabilmente la prossima generazione neanche dovrà porsi l’interrogativo].

Decidi di gettare il cuore oltre l’ostacolo [e il portafogli dal balcone, sempre che il balcone te lo sia potuto comprare].

Opti per la convivenza con il terzo incomodo: il funzionario di banca che ti ha concesso il mutuo. “Buonasera”. “Buonasera”. “Ha una valigia assai grande. Intende fermarsi per molto?” “Quanto serve per ricordarvi ogni giorno l’impegno. 35 anni, più o meno” [un po’ come ne L’amico di famiglia di Sorrentino].

Ecco. Questo è il punto. Se mi trovo a dividere il talamo anche con costui… sarà normale pretendere un’abitazione bella, in zona gradevole, luminosa, possibilmente con minimo sfogo esterno.. che quando rientri e butti in aria i tacchi e affondi la nuca tra i cuscini del divano, guardandoti intorno pensi: “Cacchio Tif, mi congratulo. Hai fatto proprio bene”?

Esiste da qualche parte nel folle mercato capitolino la mia Home sweet [but expensive] home?

Io nel frattempo ho rimosso i filtri di TETTO [ahahha, c’ho preso gusto] massimo. Almeno mi appaiono pure quelle dimore per sognare un po’, avete presente? Quelle luxury che per potertele permettere devi darti tu alla lussuria remunerata e a tempo pieno? Che poi… non si sa mai la trattabilitá.

IMG_0853

“Signora, per questa abbiamo rifiutato un’offerta a Xmln€, ma con X,Xmln ce la dovreste fare”. Pensate, alla modica cifra di ***biiip non ti danno neanche un fantastico set di pentole acciaio inox in omaggio. Pezzenti.

Annunci

13 pensieri su “E mutuo sí, e mutuo no, e mutuo gnam! Se famo du spaghi

  1. Purtroppo è proprio così. O ti allontani in qualche posto che poi diventerà esclusivamente il tuo dormitorio (a parte il fine settimana), oppure bisogna arrangiarsi. Che poi non si capisce: tutti dicono che il mercato è crollato, poi vai a vedere i prezzi e a me sembrano sempre inavvicinabili

    Liked by 1 persona

  2. L’eterno dilemma! Ho mia madre col fiato sul collo ogni volta che pronuncio la parola “casa”. Qualsiasi sia l’argomento, ci infila sempre un lamentoso “ma quando ti comprerai una casa tua, quando?”. Diverse volte l’ho messa di fronte al fatto che l’aiutone da casa sufficiente non me lo potrebbero dare, che tengo più al fatto che si mantenga dei risparmi per la sua pensione, che non a dare una casa a me, arredata alla bell’e meglio e condivisa con il funzionario di banca. Se poi sapessi anche DOVE comprarla, ecco potrei anche iniziare a restringere il campo 😛

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...