Piscina, sostantivo del verbo XXX

Bruciati dal sole, un mal di testa da insolazione, una spossatezza infinita pur essendo stati immobili in piedi per ore è il bilancio di questo week-end. Ma ci tornerei.

Mi servirebbe una settimana di ferie da sola, in cui passare dal divano al letto dal letto al divano per riprendermi, con schifezze a domicilio e film a catena. Insieme ai pop corn, uno tira l’altro. Ma ci tornerei.

Welcome to the hell e non sporting center dovrebbero scrivere all’entrata. Due giorni di piscina pieni pieni. In cui tu, adulto sopra il metro e 30, non puoi mettere neanche un alluce. Devi rimanere fuori a cuocerti come un pollo allo spiedo sotto il sole a schioppettella, 70 gradi sul cemento sognando piedi di amianto.  Ogni tanto ti è concesso di bagnare la testa, negli intermezzi tra

“Hey hey tesoro, che fai? Quella pistola non è la tua, ridalla a Francesco, non vi menate dai”

“Che corri sul bordo? ti ammazzi, si sciv.. uuussignore!! Te L’avevo detto mannaggia a te! Nooo, non piangere, non è niente” [mentre ti chiedi se non sia il caso di portarlo al PS]

e l’immancabile

“Che è quella faccia? Non mi dire che.. stai faceeendo la caaaa-c-c-a?! Esci immediatamente! Porca miseria!”

Ma ci tornerei.

Un inferno di strilli, secchielli, bevute di cloro, litigi a ripetizione, ombrelloni che non fanno ombra, finti sorrisi tra genitori che vorrebbero appioppare l’uno i figli all’altro e andarsi a scolare una birra ghiacciata sotto il porticato (e invece si ritrovano col segno dell’infradito). L’acqua che è diventata un brodo, non solo per il caldo. Inizi a interrogarti sull’etimologia del termine piscina….. Il tutto mentre di tanto in tanto getti lo sguardo più in là della siepe, a quella olimpionica. Adulti con un buon libro in mano, adulti che scambiano due chiacchiere, che non appena iniziano a percepire la temperatura fanno un tuffo dove-l’acqua-è-più-blu-niente-di-più. Adulti liberi che mi fanno rosicare, insomma. Ma ci tornerei.

Perché? Perché Duracell ha ora due belle gote rosse, si è divertito come un bambino [doh] ed è poi svenuto alle ore 21 biascicando Pisssina pisssina. Ignaro che domani toccherá a lui fare il pollo allo spiedo per 8 ore, al nido.

IMG_0855

Questo è come tu lo immagini prima di andare. Vi risparmio la foto con la realtà.

 

Annunci

14 pensieri su “Piscina, sostantivo del verbo XXX

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...