Consigli per le nonsense call

Partecipo via filo a un incontro di 3 [lunghissime] ore. Voglio condividere questa esperienza, magari evito a qualcuno di fare la stessa minchiata. [ho un senso di solidarietà molto spiccato]

10.30 Wow, non si sente poi tanto male. Alla fine è una buona soluzione senza doverti sbattere. «Good morning to everyone, Tiffany’s speaking from Italy. Nice to meet you again, hope to see you in person next time». Hi, hi, good morning, how is it going and so on.

10.34 «Ok, let’s start with.. blablabla»

10:40 L’audio non è dei migliori, se parla il tizio in fondo faccio veramente fatica. Mi devo attaccare l’orecchio all’apparecchio stando mezza ricurva, se entra qualcuno a tradimento pensa che sto limonando con la tecnologia. Arriccio il naso per capire meglio, faccio anche segno con la mano di abbassare i rumori di fondo, come se in stanza con me ci fosse qualcuno. Cretina.

consigli_conference_call

SAY ‘NO’

10.56 La mia mente inizia a divagare, tento di riacciuffarla mentre è in uscita per una spremuta. Torna seduta, con l’espressione di chi sa benissimo che questo sacrificio é vano.

11:00 Uh, che figo. Questo qui ha vissuto a Pechino tanti anni; penso a quei cinesotti conosciuti in Inghilterra a long long time ago I can still remember [io con Madonna ci sono cresciuta], una sera ci invitarono a casa loro e cucinarono per noi. Che carini, veramente. E che teneri. L’ultimo giorno, al momento dei saluti, erano talmente poco abituati a baciare delle ragazze che si rimettevano in fila 2/3 volte per ripetere la scena. Certo che estate, eh sìsì..

11:14 Mando un messaggio a una collega, mi deve avvertire se succede X. In caso devo interrompere immediatamente questa call molto proficua.

11:30 Il tizio americano, che bella voce. Il timbro sembra quello di Daniel Day- Lewis in Gangs of NY, le pause e il ritmo rimandano a quei discorsi patriottici dei politici americani, così ben scanditi, così convincenti. Potrebbe raccontarci che gli unicorni esistono e io gli crederei. Oddio è intervenuto anche il londinese… che pronuncia meravigliosa, come Hugh Grant in Notting Hill. Certo dovrei ricominciare a guardare la tv in inglese… se la lingua non la eserciti è un soffio perderla.

11.40 Uff, solo un’ora. Che uomini tristi comunque, ogni tanto potrebbero anche fare una battuta così da catalizzare di nuovo la mia attenzione.

11:57 Tiffany, torna in te. Questa parte della presentazione è una delle ragioni della tua esistenza in questo incontro. Quindi sfrega un po’ gli occhi, cerca l’interruttore da spingere per tornare sul pianeta Terra, ce la puoi fare.

12:21 Shshhshhhh acqua che scorre, qualcuno sta bevendo. Mi stimola la diuresi, ma rimango incollata alla sedia: metti che poi chiedono il mio intervento nella discussione? Passano di palo in frasca, non è prevedibile Se succederà. Non so cosa augurarmi, sinceramente.

12.25 Chissà se hanno i pasticcini… questo ruminare sospetto crea una caverna dentro me.

12:36 Forse potrei fingere la caduta della linea e anticipare il pranzo con la mia amica alle 13. Ha appena iniziato un storia d’amore. È urgente, capite??!

12.51 Sono talmente disconnessa che non seguo più neanche l’agenda. Potrei approfittare per confermare l’appuntamento di domani con l’agenzia. Se la trattabilità fosse alta e la casa gradevole come in foto, stavolta potrebbe essere quella buona. Meglio non illudersi.

13:02 Sto per svenire, qui non c’è neanche wifi. Lo fanno apposta, per evitare distrazioni, così sei costretto a concentrarti sulle riunioni. E ma funziona eh. Forse posso fingermi morta. Poi spiegherò loro che sono stata costretta a chiudere per morte imminente, non volevo che partecipassero a un momento tanto triste, mi sembravano così presi da questo data quality.

13:23 Cazzo, stanno chiudendoooo. Cioè, con 7 minuti di anticipo, vi rendete conto?? Ma allora esiste una divinità che ascolta le preghiere lassù??!!

13:24 «Many thanks, dear colleagues. It’s been such an interesting meeting, I’ve got a clearer view now” [e sbrigatevi a mandarmi le minutes dell’incontro che se il mio capo mi chiede qualcosa sono veramente a culo per terra, grazie].

Cosa ho imparato?

  1. Cercate di non parteciparvi. MAI.
  2. Se proprio non riuscite ad evitarlo, attrezzatevi a dovere: scaricate un e-book, portate una limetta per farvi le unghie, datevi appuntamento su wapp con l’amica con cui dovete aggiornarvi sulla vita e non lo fate mai per mancanza di tempo.
  3. Trovate il modo di chiamare in giornata uno dei partecipanti alla riunione, possibilmente il più ferrato sul tema; sfruculiandolo un po’, potrebbe cantare come il miglior gallo al sorgere del sole. A me, però, non è successo. [eh eh eh] [FU**!!]
Annunci

2 pensieri su “Consigli per le nonsense call

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...