New York New York

Si parte per New York. Non so come mi sento.

In bilico tra l’ansia del volo, l’adrenalina  del posto che voglio visitare da anni, il senso di colpa dell’abbandonare la prole e la felicità di dover camminare per ore con il naso all’insù.

Faccio la valigia ed è talmente minimal che farei invidia a un maschio troglodita degli anni novanta. Abbiamo un bagaglio a mano in due; per il resto un valigione e due zaini vuoti. Completamente vuoti. Le cinghie in questo momento stanno piangendo per il senso di solitudine e frustrazione che provano.

L’itinerario é deciso sì e no; conoscendoci cominceremo a camminare e non rispetteremo nulla di quello che ci siamo prefissati. Ci lasceremo guidare dalle sensazioni. Purtroppo o per fortuna è sempre andata così.

Forse stasera mi iscrivo a Instagram. Non ho una foto decente neanche del viaggio più bello che ho fatto in Asia e invece vedo immagini di banali ciambelloni e tazze mezze sbilenche che mi creano invidia grazie ai fantasmagorici filtri magici. Persino la tizia anonima del palazzo di fronte riesce a sembrare una figa. Voglio almeno una foto-cartolina al giorno, ecco.

Avrò sicuro un problema con le mance me lo sento. Non sono mai stata brava con le percentuali; se uno mi fissa capace che gli chiedo: cacchio vuoi? Dopo capisco e per l’ansia dei conti, gli ammollo il doppio del dovuto.

Ai controlli devo ricordarmi di non sorridere. Dicono che puoi passarci la giornata se fai lo spiritoso. Difficile per una minchiona come me, devo pensare a qualcosa di triste, ci riuscirò. Soprattutto se mi chiedono quanto resti devo ricordarmi di non rispondere “spero di rimanere a vivere qui”.

Vorrei incontrare Woody Allen a Central Park. Giuro ai miei amici è successo.

Lo so, questo post non ha senso ma dovevo buttarlo giù perché ho troppa, troppa energia addosso. Potrei illuminare il centro Italia solo battendo le ciglia.

Vi voglio bene, oggi voglio bene a tutti.

IMG_0857.JPG

Tipo questi filtri qui per intenderci. Che fanno proprio oh mio Dio, ma è tutto così.. finto!! Ahahhaha, scherzo.

 

Annunci

20 pensieri su “New York New York

  1. Se hai una mezza mattinata o un pomeriggio libero, prendi il Circle Line, un battello che circumnaviga tutta Manhattan e così in poco tempo ti fai un’idea di quello che circonda l’isola e che probabilmente non vedresti (il Bronx, il Queens, Brooklyn) e poi arrivi fino alla Statua della Libertà, che per quanto sia va vista.
    Buona vacanza!

    Liked by 1 persona

  2. Ti sto invidiando tantissimo, cazzo! (Lo so che non si dice cazzo, ma rende l’idea, oh!)
    A New York ci sono stata tantissimi anni fa e ci tornerei domani, se potessi!
    Divertiti e posta qualche foto (se ti iscrivi ad Instagram cercami, mi trovi come pindaricamente 😊)
    Buon viaggio 😘❤️

    Liked by 1 persona

  3. L’ansia da prestazione di viaggio! Pensa che io ne sono immune…Non proprio, soffro di una sindrome strana: non voglio partire. Ci metto molto per convincermi a scegliere una meta e intraprendere il viaggio, ma fino a che non si stacca il carrello dalla pista di decollo, tornerei a casa. Passata questa linea,i divento una specie di vagabondo e non tornerei più indietro. A new York, per esempio, non volevo proprio andarci…appena arrivati all’albergo nei pressi di Times Square, me ne sono infischiato del jet lag e mi sono fatto a piedi una full immersion di città e gente. Si sente una strana energia a Times Square!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...