Finito.

Ho finito Stranger Things, l’appuntamento del lunedì con mia sorella. Ogni puntata mi arrabbiavo di averlo iniziato.

Ho finito di buttarla in caciara.
Ho finito di comprare cappelli visto che non ne metto. O forse ho finito di non metterli.
Ho finito un lavoro per cui avevo un’ansia pazzesca.
Ho finito in due giorni un panettone nero sublime che conservavo da settimane come una reliquia.
Ho finito un libro che mi è entrato dentro e ora non sono pronta per tradirlo con un altro.
Ho finito le pile al telecomando.
Ho finito di fare le notti e forse anche con i pannolini.
Ho finito di rimandare le cose belle.
Ho finito di procrastinare l’acquisto di quei sexissimi tacchi a spillo.
Ho finito di dire ‘no’ quando intendo ‘sì’ e ‘sì’ quando non ne ho voglia alcuna.

All’università, appena dato un esame impegnativo, il giorno stesso tornata a casa pulivo come un’ossessa, come se attendessi l’arrivo dell’Ufficio Igiene da un momento all’altro. Io, che piuttosto sarei andata a zappare la terra.
Eppure in quel frangente era l’unica azione in grado di riconciliarmi con il mondo. Ricordo benissimo la sensazione di quello spazio vuoto che temporaneamente mi trovavo a occupare. Era necessario e catartico rimettere le cose a posto prima di ricominciare [poi mi andavo anche a ubriacare, chiaro].
Sono giorni che mi sento proprio così. Vago sospesa senza trovare lo strofinaccio su cui scaricarmi.

È finito anche l’anno.


Annunci

17 pensieri su “Finito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...