L’amicizia – al pari dell’amore – va maneggiata con cura

Cosa rende le amicizie indistruttibili? Il crescere insieme, l’aver condiviso esperienze forti e importanti, la comunanza d’interessi?

Non solo, non basta. Ci vuole la volontà. E l’attenzione.

Riemergo ora dallo shock che due amici inossidabili non si parlano quasi più. Era una bella storia la loro, densa di avventure, risate e ricordi.

Ma poi ci penso bene e tanto shock non è.  Anche l’amicizia va maneggiata con estrema cautela.

Siamo portati a credere che una storia d’amore possa finire in un soffio se la magia svanisce e invece l’amicizia NO, quella è per sempre cacchio. Anche se la trascuro, anche se non ci vediamo per un lustro. Dove vuoi che vada? Non saprebbe cosa fare sola soletta, vagherebbe per la galassia come una bimba sperduta.

É questa intima convinzione che porta le persone a gestirla con più leggerezza, dandola per scontato [un po’ come quegli spasimanti-zerbino che tratti a pesci in faccia perché tanto sempre lì sono]. Continua a leggere

Dialogo tra personalità molteplici

«Come mi vedi? Dimmelo sinceramente. Mi sento centrifugata»

Ha tagliato i capelli, è abbronzata e in forma. Il suo viso a tratti stanco, solido; il sorriso impacciato.

«Ti vedo bene, sul serio. Precaria, ma centrata»

«Che pensi? Favella, amica»

«Lo sai che sono a favore di queste botte di testa, servono sempre se non si fa l’errore dopo di disperdere le energie. Ora la tua rivoluzione va portata a compimento; non fare come quei sessantottini che non hanno avuto il coraggio di andare fino in fondo»

«Non so come spiegartelo quello che mi passa per il cervello, sicuramente non riesco a farmi capire»

«Tentar non nuoce»

«E’arrivato quello che ho desiderato per lungo tempo proprio quando avevo smesso di cercarlo. Così, quando è successo, ne sono stata felice.. ma dopo il primo momento di euforia, l’abisso. “E il resto?” mi sto chiedendo. Io volevo essere lasciata in pace di capire.. perché è tornato? Dopo anni qualcosa mi si era mosso dentro e avevo iniziato a ricordare tratti dimenticati di me. Qualcuno si stava divertendo a lucidarli per bene per farli splendere di una luce accecante. Particolari in grado di incrinare l’essenziale. Non volevo ora gesti eclatanti a troncare questo peregrinare per lidi sconosciuti»

«Uhm-uhm. Ti seguo fino a un certo punto. Meno criptica, più basic»

«Hai mai la sensazione di costringerti a essere una sola, quando dentro invece hai Claudia, Melania e Ninetta con cui fare i conti?» Continua a leggere